Informazione

Vogliamo essere un strumento utile per i viaggiatori che si ritrovano esclusi dal turismo responsabile: quelli che progettano e organizzano la propria vacanza, dalla ricerca dei biglietti aerei, all’itinerario, alle prenotazioni nelle strutture ricettive. Insomma, i cosiddetti viaggiatori fai da te.

Il portale proporrà la possibilità di prenotare online un soggiorno responsabile e costruttivo, all’insegna del risparmio economico e del tempo, e di comporlo con la vacanza già progettata nel paese o nella località da visitare.Il contesto e quello delle prenotazioni sul web delle vacanze; in particolare SolidalTour permetterà agli utenti di trovare nella destinazione scelta precedentemente un’offerta di strutture collegate con progetti sociali-economici e sostenibili, per poter sperimentare un viaggio responsabile o anche una breve parentesi “diversa” di conoscenza in una vacanza tradizionale.

D’altronde, quando si parla di turismo solidale si pensa immediatamente a viaggi in paesi lontani, in via di sviluppo. Solidaltour vuole essere il motore di un cambiamento anche culturale, oltre che economico, aiutando a far emergere il lavoro di comunità locali che nel turismo potrebbero trovare una via di riscatto, anche da eventi naturali disastrosi. Pensiamo, ad esempio, ai paesi italiani colpiti dai recenti terremoti. SolidalTour sarà in grado di mettere in contatto diretto la filiera turistica di questi paesi e il viaggiatore fai-da-te. Che si tratti di una realtà italiana, europea o situata in altri continenti, il valore aggiunto sarebbe di avvicinare i viaggiatori ad esperienze spesso difficili da conoscere e contattare. Con un ovvio beneficio per le comunità e un grosso vantaggio per il turista, in grado di vivere anche una breve esperienza solidale, con la coscienza di aver anche portato un aiuto indiretto ma tangibile a economia, cultura e ambiente del luogo che visita.