Aperte le candidature per i premi TRI e TCU

Sono aperte le candidature per l’edizione 2017 dei premi Turismo Responsabile Italiano (TRI) e Turismo Cultura Unesco (TCU), intitolati all’ideatrice Cristina Ambrosini. I riconoscimenti saranno assegnati da L’Agenzia di Viaggi nell’ambito del Wtu – World Tourism Unesco, dal 22 al 24 settembre prossimo a Siena.

Le categorie sono quattro: Agenzie di Viaggi, Tour Operator, Ospitalità ed Enti. Una giuria di esperti del turismo sceglierà i vincitori, uno per ciascuna sezione.
Per partecipare è necessario inviare – entro il 6 agosto – la scheda compilata e in allegato la proposta descritta nei dettagli a premi@lagenziadiviaggi.it.

SCARICA IL MODULO PER CANDIDARTI AL PREMIO TRI 2017

SCARICA IL MODULO PER CANDIDARTI AL PREMIO TCU 2017

Wtu 2017, torna il salone dei siti Unesco
Cambia città e nome, ma il format resta pressocché identico per il Salone mondiale dei siti e delle città Unesco. Quello che finora abbiamo conosciuto come Wte, ora si chiamerà Wtu – World Tourism Unesco e si terrà a Siena, dal 22 al 24 settembre prossimi, nel Complesso museale di Santa Maria della Scala. Nuovo anche il dominio del sito web: www.wtunesco.com, dove adv, viaggiatori, enti e operatori potranno trovare tutte le informazioni sull’evento.

Organizzato con il patrocinio della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, del Mibact, dell’Associazione Beni e Città Italiani Patrimonio Unesco, della Regione Toscana, del Comune di Siena e con il supporto di Enit e di Toscana Promozione, la manifestazione ha come obiettivo quello di dare visibilità alle città e ai siti Patrimonio dell’Umanità, favorendone il rispetto e la fruizione sostenibile. Dopo Assisi, dove è nato, e Padova, l’appuntamento si sposta dunque nella città toscana, che nella sua provincia ha ben quattro siti Unesco: oltre al bellissimo centro storico cittadino, la turrita San Gimignano, la romantica Pienza e il sito naturalistico delle Crete senesi. «Il Wtu ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere, non solo i siti Unesco, ma anche il territorio che ci ospita», spiega Marco Citerbo, organizzatore dell’evento.

Nei tre giorni della kermesse, oltre al salone aperto al pubblico gratuitamente dove i siti Unesco potranno mettersi in vetrina, sono in programma momenti di contatto e confronto tra operatori, così come convegni e incontri di approfondimento sui temi del turismo culturale e responsabile rivolti a un pubblico esperto o anche solo interessato. Uno dei momenti più interessanti per il trade sarà il workshop B2B che, da tradizione, si tiene nella giornata inaugurale del Wtu con centinaia di buyer e seller del settore turistico-ricettivo. All’ultima edizione del World Tourism Expo, al Palazzo della Ragione di Padova, hanno partecipato 96 siti Unesco da tutto il mondo e circa 200 buyer italiani e stranieri. I visitatori sono stati complessivamente 22mila.

Fonte: http://www.lagenziadiviaggi.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *